11 1La bilancia falsa è un abominio per l’Eterno, ma il peso giusto gli è grato. 2Venuta la superbia, viene anche l’ignominia; ma la sapienza è con gli umili. 3L’integrità degli uomini retti li guida, ma la perversità dei perfidi è la loro rovina. 4Le ricchezze non servono a nulla nel giorno dell’ira, ma la giustizia salva da morte. 5La giustizia dell’uomo integro gli appiana la via, ma l’empio cade per la sua empietà. 6La giustizia degli uomini retti li libera, ma i perfidi restan presi nella loro propria malizia. 7Quando un empio muore, la sua speranza perisce, e l’aspettazione degl’iniqui e annientata. 8Il giusto è tratto fuor dalla distretta, e l’empio ne prende il posto. 9Con la sua bocca l’ipocrita rovina il suo prossimo, ma i giusti sono liberati dalla loro perspicacia. 10Quando i giusti prosperano, la città gioisce; ma quando periscono gli empi son gridi di giubilo. 11Per la benedizione degli uomini retti la città è esaltata, ma è sovvertita dalla bocca degli empi. 12Chi sprezza il prossimo è privo di senno, ma l’uomo accorto tace. 13Chi va sparlando svela i segreti, ma chi ha lo spirito leale tien celata la cosa. 14Quando manca una savia direzione il popolo cade; nel gran numero de’ consiglieri sta la salvezza. 15Chi si fa mallevadore d’un altro ne soffre danno, ma chi odia la mallevadoria è sicuro. 16La donna graziosa ottiene la gloria, e gli uomini forti ottengon la ricchezza. 17L’uomo benigno fa del bene a se stesso, ma il crudele tortura la sua propria carne. 18L’empio fa un’opera fallace, ma chi semina giustizia ha una ricompensa sicura. 19Così la giustizia mena alla vita, ma chi va dietro al male s’incammina alla morte. 20I perversi di cuore sono un abominio per l’Eterno, ma gl’integri nella loro condotta gli sono graditi. 21No, certo, il malvagio non rimarrà impunito, ma la progenie dei giusti scamperà. 22Una donna bella, ma senza giudizio, è un anello d’oro nel grifo d’un porco. 23Il desiderio dei giusti è il bene soltanto, ma la prospettiva degli empi e l’ira. 24C’è chi spande liberalmente e diventa più ricco, e c’è chi risparmia più del dovere e non fa che impoverire. 25L’anima benefica sarà nell’abbondanza, e chi annaffia sarà egli pure annaffiato. 26Chi detiene il grano è maledetto dal popolo, ma la benedizione è sul capo di chi lo vende. 27Chi procaccia il bene s’attira benevolenza, ma chi cerca il male, male gl’incoglierà. 28Chi confida nelle sue ricchezze cadrà, ma i giusti rinverdiranno a guisa di fronde. 29Chi getta lo scompiglio in casa sua erediterà vento, e lo stolto sarà lo schiavo di chi ha il cuor savio. 30Il frutto del giusto è un albero di vita, e il savio fa conquista d’anime. 31Ecco, il giusto riceve la sua retribuzione sulla terra, quanto più l’empio e il peccatore!
Can i read the Bible on my phone/tablet?
Selected Verses